Arezzo

Gita fuori porta nel cuore d’Arezzo

Scritto da Sandro Fabrizi
 Arezzo è una città tutta da scoprire, fuori dai classici itinerari turistici della Toscana che preferiscono le vicine Firenze e Siena molto più gettonate.

In seguito al bellissimo film di Benigni “La vita è bella” del 1997 (“Life is beautiful”) di cui molte scene sono state girare nei luoghi più suggestivi della città, ed al restauro della Cappella Bacci con gli affreschi di Piero della Francesca (terminato nel 2000), Arezzo ha iniziato una graduale riscoperta da parte di tanti turisti.

Chiese d'Arezzo

La città delle tre croci

E’ conosciuta anche come la città delle tre croci per tre importanti opere pittoriche:
1. Il Crocifisso di Cimabue nella Chiesa di San Domenico,
2. Il Crocifisso del Maestro di San Francesco, contemporaneo di Cimabue, nella chiesa di San Francesco,
3. Il Crocifisso di Segna di Bonaventura, all’interno della Badia.

Grazie ai rapidi collegamenti sia in treno che in auto dal Valdarno Superiore è molto facile organizzare una gita fuori porta nel cuore d’Arezzo raggiungibile in appena mezz’ora, la seconda opzione è comunque la migliore in quanto il centro storico è tutto a portata di mano dalla stazione.

Campanili d'Italia
Appena arrivati la prima cosa che colpisce l’attenzione è la Cattedrale dei Santi Pietro e Donato ed il suo campanile che svetta sulla cima del colle. La visita nel centro storico è un lento avvicinarsi alla chiesa ed ai giardini del Prato, tra antiche strade lastricate in pietra e scorci fotografici molto gradevoli, specialmente su Corso Italia.
Centri storici della Toscana
Centro storico Arezzo

Le cose più importanti da vedere ad Arezzo

La Cappella Bacci

All’interno della Basilica di San Francesco, in cui si trova uno dei capolavori di Pietro della Francesca: La leggenda della Vera Croce. L’ingresso costa 8,00 euro ma ne vale la pena specialmente per la dettagliata spiegazione delle guide.

Opere di Piero della Francesca

 La Cattedrale di San Donato (il Duomo)

Con le bellissime vetrate policrome e la Cappella della Madonna del Conforto;

Piazza Grande

Con la maestosa chiesa di Santa Maria della Pieve, il Palazzo della Fraternità dei Laici ed il Loggiato del Vasari;

Piazze d'Italia

 Il Museo d’Arte Medioevale e Moderna

con opere tra gli altri di Giorgio Vasari, Andrea della Robbia e Margaritone d’Arezzo. L’ingresso è gratuito.

Da vedere anche:
  • La casa del Vasari,
  • La casa del Petrarca,
  • L’Anfiteatro Romano.
Arezzo inoltre ha un fascino particolare ogni prima domenica del mese ed il sabato precedente, quando c’è la tradizionale Fiera Antiquaria ed il terzo sabato di Giugno  e la prima domenica di Settembre con la Giostra del Saracino.
Qui sotto la mappa del centro storico e l’itinerario suggerito con partenza dalla stazione.

About the author

Sandro Fabrizi

Lavoro nel settore turistico da più di 25 anni. Mi piace raccontare quella parte di Toscana in cui vivo da sempre: il Valdarno Superiore, se vi va lasciatevi ispirare.

Lascia un Commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi