Borghi medievali Chiese e pievi Luoghi da vedere Setteponti

La strada dei Setteponti e tutti i suoi tesori

Scritto da Sandro Fabrizi

L’itinerario più bello da vedere tra Firenze ed Arezzo, ricco di storia e di paesaggi da cartolina, è la strada dei Setteponti.
E’ un lento percorso di collina di circa 60 chilometri tra piante di ulivi, vigne ben ordinate e casolari sparsi nella tipica campagna toscana dove si trovano i suoi tesori:

  • pievi romaniche e chiese millenarie,
  • borghi medioevali tra i più belli d’Italia e
  • le caratteristiche balze del Valdarno.

La partenza è dal piccolo paese di Donnini che si trova a sud di Firenze dopo Pontassieve, dove la strada inizia a salire e la visuale piano piano si allarga sulla valle dell’Arno.
Se non vi volete perdere niente ecco la mappa con i suggerimenti di

13 cose da vedere nella strada dei Setteponti

Pieve a Pitiana

La prima tappa è alla Pieve a Pitiana le cui origini risalgono a prima dell’anno mille. All’interno si trovano due tavole attribuite alla scuola del Ghirlandaio. Spettacolare è il panorama che si può ammirare dal cortile della chiesa.

Chiesa di Sant’Agata ad Arfoli

Arrivati alla frazione di Pietrapiana fate una breve deviazione sulla destra per vedere la chiesa di Sant’Agata ad Arfoli dove si trova una lastra tombale con la prima raffigurazione su pietra del giglio di Firenze dell’anno 1126.

Pieve di San Pietro a Cascia

E’ l’unica pieve del Valdarno ad avere un loggiato esterno, è da considerarsi anche la più elegante per l’armonia e la proporzione perfetta dei suoi spazi interni. A fianco si trova il Museo Masaccio in cui è esposto tra le altre opere il famoso Trittico di San Giovenale del Masaccio.

Piedi della strada dei Setteponti

La Pieve di Santa Maria a Scò

All’interno è caratterizzata dal pavimento in pendenza verso l’altare, tra le cose da vedere un affresco di Paolo Schiavo.

Ex Abbazia di San Salvatore a Soffena

La cui storia è stata molto travagliata: in passato è stata anche sconsacrata e trasformata in un frantoio. Tra le opere all’interno spicca “L’Annunciazione” dello Scheggia fratello del Masaccio. Merita una visita anche il borgo medioevale di Castelfranco di Sopra disegnato da Arnolfo di Cambio ed inserito tra “I borghi più belli d’Italia”.

Piantravigne

Poco più avanti c’è una deviazione che indica il piccolo borgo medioevale di Piantravigne arroccato su una collina da dove si vede il panorama più spettacolare sulle Balze e su tutto il Valdarno. Nella Pieve di San Lorenzo, l’unica chiesa del paese, si trova il dipinto della Madonna più antico di tutto il Valdarno.

Il più bel panorama del Valdarno

Montemarciano

Arrivati al bivio che conduce al borgo medioevale di Montemarciano arroccato sulle balze dove è ancora intatta l’antica porta d’ accesso, c’è una bella chiesa con il loggiato: è il Santuario della Madonna delle Grazie costruito intorno ad un’immagine miracolosa della Vergine che si trova all’interno e che in molti attribuiscono al Masaccio.

Loro Ciuffenna

Uno dei paesi più caratteristici del Valdarno Superiore ed inserito anche questo tra “I borghi più belli d’Italia”. Si trova proprio a metà della strada dei Setteponti. Tra le varie cose da vedere c’è  il mulino ad acqua più antico della Toscana tutt’ora in funzione, ed il museo di Venturino Venturi.

Loro Ciuffenna uno dei Borghi più belli d'Italia

La Pieve di San Pietro a Gropina

La più antica pieve romanica del Valdarno Superiore, dichiarata monumento nazionale per la sua importanza storica ed artistica. In posizione panoramica su un colle da cui svetta sopra la Setteponti. Di particolare interesse il pulpito e la cripta.

La Pieve di San Giustino

Nascosta tra le case nell’omonimo paese, non è ben riconoscibile da fuori per le varie trasformazioni subite nel tempo, l’interno ricorda molto la Pieve di Cascia a Reggello.

Il Borro

Una breve deviazione dopo San Giustino Valdarno consente di arrivare al Borro, lo stupendo borgo finemente ristrutturato dalla famiglia Ferragamo dove il tempo sembra essersi fermato. All’interno ci sono: storiche ville per chi vuole regalarsi una vacanza da sogno, l’agriturismo, la Spa e vari ristoranti.

Castiglion Fibocchi

Antico borgo dove spicca il Palazzo Comunale con la caratteristica torre dell’orologio. Gli stretti vicoli del centro storico regalano scorci molto piacevoli da vedere. Nei dintorni ci sono i resti della pieve paleocristiana di San Quirico.

Ponte a Buriano

L’ultima tappa prima di arrivare alla periferia d’Arezzo è Ponte A Buriano, piccolo centro abitato famoso per il suo ponte romanico che alcuni studiosi identificano come quello alle spalle della Gioconda nel capolavoro di Leonardo Da Vinci. Se vi avanza ancora un po’ di tempo fate una sosta alla Cittadella della pace di Rondine che si affaccia sull’Arno.

Strade di Toscana
Nella strada dei Setteponti ci sono anche utili indicazioni per chi vuole prolungare la visita e fermarsi a dormire in un agriturismo o a pranzo in un ristorante tipico.
Se volete qualche informazione in più sull’origine di questo percorso ecco un articolo sulla Setteponti e la sua storia.

About the author

Sandro Fabrizi

Lavoro nel settore turistico da più di 25 anni. Mi piace raccontare quella parte di Toscana in cui vivo da sempre: il Valdarno Superiore, se vi va lasciatevi ispirare.

4 Comments

  • Salve,
    Seguo con molto interesse i suoi post.
    Lavoro con strutture ricettive, non sarebbe possibile avere del materiale anche in inglese? Anche solo indicativo e non descrittivo come quello che lei prepara in italiano. Sarebbe bello poter condividere i suoi post con la nostra clientela straniera!

    Grazie per il suo lavoro

    • Salve Irene,
      Grazie di seguirmi, mi fa molto piacere da un’addetta ai lavori. Per il materiale in inglese so che sarebbe particolarmente gradito, al momento ho solo un articolo: “How to arrive in the heart of Tuscany”, se lo cerchi nel mio blog lo trovi.

  • Buonasera.E’ possibile partecipare alla tappa di domenica mattina con un bambino di 12 mesi su un passeggino da trekking?

    Grazie

Lascia un Commento

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato su cosa vedere nel Valdarno e d'intorni
Nome
Email
Secure and Spam free...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi