Balze del Valdarno Luoghi da vedere

Le balze del Valdarno viste da vicino

Paesaggio di Toscana
Scritto da Sandro Fabrizi

Per chi arriva la prima volta nel Valdarno Superiore, la cosa più curiosa da vedere sono le balze. Pareti sabbiose di colore giallo ocra, alte non più di cento metri, che spiccano nel paesaggio. Ma come sono fatte da vicino le Balze del Valdarno?

Nelle mie escursioni molto spesso sono attratto da queste strane cattedrali naturali. In una delle tante mi sono avvicinato alle Balze di Reggello in località Montanino, a mezz’ora da Firenze, e lo spettacolo è stato davvero sorprendente.

Grand Canyon di Toscana

Da una piccola collina ho trovato un punto panoramico in cui sembra di toccare con mano quel paesaggio fantastico. In certi casi però le parole sono superflue, meglio vedere il video.

Da qui la visuale è veramente particolare, con la montagna del Pratomagno alle spalle  su cui si riconoscono anche le pale eoliche del Monte Secchieta.

Balze del Valdarno e Pratomagno

Cosa sono le balze del Valdarno

Pareti di argilla e sabbia prodotte da una graduale ed inarrestabile erosione che dura da due milioni di anni. Derivano dal prosciugamento di un lago pliocenico che nella preistoria ricopriva la valle dell’Arno. Il risultato è un paesaggio unico in Toscana, ammirato e dipinto anche da Leonardo da Vinci.

Come sono fatte

Il modo migliore per  vedere le Balze del Valdarno da vicino e scoprire come sono fatte, è da sotto il borgo di Piantravigne, nei pressi del sentiero dell’acqua zolfina. Qui c’è una originale balza che ricorda il Pan di Zucchero di Rio de Janeiro. Guardandola da vicino si vede bene che è fatta da depositi stratificati di diversa consistenza.

La parte più alta è di colore marrone, presenta poca sabbia e molti ciottoli di pietra arenaria che le proteggono dall’erosione delle acque piovane. Più sotto invece il colore è più sul giallo perché sono presenti depositi di argilla e limo, facili da erodere dagli agenti atmosferici. Alla base delle balze poi ci sono accumuli di detriti che le compattano con il terreno. Per questo motivo le erosioni avvengono in modo verticale “a canne di organo“, nella parte centrale dove sono più fragili. Il risultato di tale processo è un piccolo Grand Canyon di Toscana tutto da scoprire.

Come sono fatte le balze del Valdarno

Approfittate anche voi della bella stagione per entrare ed ammirare con i vostri occhi in un paesaggio da favola.

Balze del Valdarno

About the author

Sandro Fabrizi

Lavoro nel settore turistico da più di 25 anni. Mi piace raccontare quella parte di Toscana in cui vivo da sempre: il Valdarno Superiore, se vi va lasciatevi ispirare.

Lascia un Commento

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato su cosa vedere nel Valdarno e d'intorni
Nome
Email
Secure and Spam free...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi