Informazioni Musei

L’antica Spezieria Serristori di Figline Valdarno

La spezieria di Figline Valdarno
Scritto da Sandro Fabrizi

All’interno di Villa San Cerbone, nei locali dell’ospedale, si trova l’antica spezieria Serristori di Figline Valdarno.  Fu costruita nella prima metà del Cinquecento all’interno dello Spedale Serristori che si trovava in Piazza Marsilio Ficino e di cui oggi ne rimane solo il bel loggiato. Nel 1890  l’intero ospedale fu trasferito in collina a Villa San Cerbone insieme alla farmacia (o spezieria) dove ancora si trova.

Villa San Cerbone inizialmente apparteneva alla famiglia Franzesi della Foresta, poi passò ai Salviati, quindi ai Lambruschini per tornare poi definitivamente ai Serristori. All’interno dell’antica Spezieria Serristori sono ancora visibili le tracce dei suoi proprietari testimoniate da stemmi e ritratti che li raffigurano. E’ famosa anche per la storia del fantasma di Veronica Cybo di cui si moltiplicano i racconti tra leggenda e realtà.

Antica Spezieria di Figline Valdarno

Visita all’antica Spezieria Serristori

Oggi l’antica Spezieria Serristori è un piccolo museo dove tutto sembra essere rimasto fermo a quando era in funzione. Nonostante le sue ridotte dimensioni è considerata una delle meglio conservate della Toscana. E’ composta da una piccola sala rossa con soffitto a cassettone finemente decorato. Alle pareti ci sono scaffalature di legno scuro e al centro un tavolo di lavoro dove venivano preparati i vari composti.  L’arredamento è ancora quello originale della metà del Cinquecento.

Fanno bella mostra di se i tanti vasi in terracotta finemente decorati, molti dei quali provenienti dalle manifatture di Montelupo. Ce ne sono due che provengono direttamente dall’Antica Spezieria di Santa Maria Novella e di San Marco a Firenze, portati a Figline Valdarno all’inizio del Quattrocento con dentro i ritrovati di allora per combattere la peste che stava decimando la popolazione. Ben assortita anche la vetrina con ampolle di varie dimensioni usate per custodire gli elisir.

Ampolle spezieria di Figline Valdarno

Al centro della stanza c’è un dipinto con la “Madonna con Bambino ed Angeli” del 1399, realizzata appositamente in occasione della fondazione dell’antico Sspedale Serristori  quando era ancora nella piazza del paese. L’opera realizzata dal pittore fiorentino Giovanni di Tano Fei, era era composta di altre due pale che ora appartengono a privati.

L’antica Spezieria Serristori è aperta al pubblico solo in rare occasioni, è comunque visitabile in piccoli gruppi dietro richiesta gli uffici del comune.

 

About the author

Sandro Fabrizi

Lavoro nel settore turistico da più di 25 anni. Mi piace raccontare quella parte di Toscana in cui vivo da sempre: il Valdarno Superiore, se vi va lasciatevi ispirare.

Lascia un Commento

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato su cosa vedere nel Valdarno e d'intorni
Nome
Email
Secure and Spam free...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi