Alle porte del Chianti La valle dell'Arno Luoghi da vedere

Il Valdarno dal canocchiale, un’emozione da provare

Scritto da Sandro Fabrizi

Avevo già parlato in un altro post, del favoloso panorama dalla Torre di Galatrona situata nel comune di Bucine (Ar), questa volta però l’ho potuto apprezzare ancora di più, grazie al canocchiale che mi hanno dato all’ingresso prima di salire su, ed è stata proprio una piacevole sorpresa!

La vallata di questo lembo di Toscana sembrava ancor più piccola ed a portata di mano, quasi da poterla abbracciare tutta, mi sono divertito a localizzare i vari borghi iniziando da quelli più vicini come San Leolino e Mercatale Valdarno, oltre alla Pieve di Galatrona e la Fattoria di Petrolo situati proprio qui sotto.

E’ stato facile riconoscere Levane, Montevarchi, con la torre di Palazzo Littorio (la vecchia  “Casa del Fascio”), Terranuova Bracciolini, Loro Ciuffenna con l’inconfondibile torre dell’orologio rossa, San Giovanni Valdarno con il suo grattacielo in Piazza della Libertà, mentre volgendo lo sguardo più su, in direzione della montagna del Pratomagno, ho scovato la gialla cordigliera delle Balze di Castelfranco di Sopra.
La visuale spaziava in profondità anche nella provincia di Firenze a tal punto che ho scovato  perfino la Torre del Castellano, nei pressi del casello d’Incisa-Reggello, da qui distante circa 30 chilometri!

Lo spettacolo è continuato volgendo lo sguardo sul crinale con la Croce del Pratomagnole pale eoliche del Monte Secchieta, addirittura sembra che nelle fredde ma limpide giornate d’inverno, ripulite dal vento di tramontana, si riesca a distinguere la cima imbiancata dell’Abetone.
E’ possibile fare questa bella escursione anche in modo virtuale, con un video che trovante su youtube
girato dagli “Amici del Torrione“, ma l’esperienza diretta con l’aiuto del cannocchiale è senza dubbio molto più emozionante; per me questo è il punto panoramico più interessante del Valdarno dalla sponda sinistra dell’Arno, conosciuto ancora da poche persone, visto che è aperto al pubblico solo dal 17 Giugno 2007.

Per chi fosse interessato ricordo che la Torre di Galatrona è aperta tutti i week end da Aprile ad Ottobre con il seguente orario:
Sabato: dalle 15,00 alle 19,00
Domenica: dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 19,00
l’ingresso è gratuito, ma è gradita una piccola offerta.
I volontari in servizio mi hanno assicurato comunque che è possibile effettuare visite anche d’inverno, su appuntamento telefonando al numero:
055 970 73 36.
Piccolo suggerimento pratico: la salita d’accesso è completamente sterrata per cui in auto è da fare quasi interamente in prima, ma se non vi volete avventurare è possibile parcheggiare nei pressi della Pieve e procedere a piedi,  ci vogliono appena 10-15 minuti percorrendo un piacevole sentiero.

Qui sotto la mappa per arrivare.

About the author

Sandro Fabrizi

Mi piace raccontare quella parte di Toscana in cui vivo da sempre: il Valdarno Superiore, se vi va lasciatevi ispirare.

4 Comments

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

/* ]]> */

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi